Cosa vedere e mangiare a Varsavia in 4 giorni.

Varsavia è una città molto versatile che offre davvero tantissimo sia da vedere che dal punto di vista culinario, inoltre è una meta davvero molto economica, che in un periodo come questo, è un ulteriore punto a suo favore.

Per l’alloggio abbiamo scelto un appartamento nel cuore della città https://www.booking.com/hotel/pl/apartament-krzywe-kolo.it.html

L’appartamento è davvero confortevole, arredato bene e dotato di tutto ciò che serve, tenete presente però che si trova al quarto piano senza ascensore.

L’alloggio si trova a pochi passi dalla Piazza del Mercato, nel cuore della città Vecchia dove si trova la famosa Sirenetta, simbolo della città.

La leggenda della Sirenetta

Si racconta che la sirena, nuotando nel Mar Baltico, arrivò nelle acque della Vistola. Uscì dall’acqua per riposare così i pescatori si accorsero di lei perché intrecciava le reti facendo scappare i pesci. Volevano cacciarla ma quando la sentirono cantare ne rimasero incantati. Quando un commerciante venne a sapere della sua esistenza pensò di guadagnarci così la fece prigioniera e la rinchiuse in un sottotetto tenendola lontana dall’acqua. La sirena venne poi finalmente liberata da un giovane di nome War che la sentì piangere. La sirena, armata di spada, promise di proteggere la città e i suoi abitanti.

Si dice che il nome della città derivi proprio dall’unione dei due nomi War e Savia, il nome della sirena.

La prima cosa che vi consiglio di fare è prenotare un free walking tour, si tratta di un tour di due ore accompagnati da bravissime e preparatissime guide locali, è disponibile in svariate lingue e si trova spesso anche in italiano, essendo “free” non c’è una tariffa prestabilita ma viene chiesto di lasciare una mancia a propria discrezione al termine del tour.

Abbiamo scelto il tour della città vecchia e iniziamo dal bellissimo Royal Castle.

Questo meraviglioso castello si trova alle porte della Città Vecchia, fu la sede dei monarchi polacchi, poi luogo d’incontro dei parlamentari e infine anche centro culturale. Durante la seconda guerra mondiale il castello fu completamente raso al suolo. Venne poi interamente ricostruito tra il 1971 e il 1984 in stile barocco. Ora è sede di un museo che ospita diverse collezioni d’arte.

A pochi passi dal castello si trova la Colonna di Sigismondo, si trova esattamente al centro della piazza del Castello, venne innalzata nel ‘600 in onore di Re Sigismondo III ed è alta 22 metri.

Un altro punto di grande interesse che incontriamo durante il nostro Walking Tour è il Warsaw Uprising Monument, si tratta di un monumento dedicato alla rivolta di Varsavia del 1944 contro le forze naziste che occupavano la città. Il monumento è stato realizzato negli anni ’80 e consiste in due gruppi di statue di bronzo che rappresentano due soldati che difendono la barricata.

Il muro del ghetto di Varsavia fu la barriera che dal 16 novembre 1940 segnò il confine tra il quartiere ebraico e la parte ariana della città. Sui marciapiedi è possibile vedere il perimetro dove sorgeva il muro.

Varsavia offre anche moltissimi musei che in alcuni giorni della settimana hanno l’ingresso gratuito come ad esempio il Polin Museum che il giovedì è gratis. Questo museo dall’architettura davvero accattivante si trova immerso nel verde ed è il museo degli ebrei polacchi, si trova nel ghetto di Varsavia, i questo museo si può conoscere la storia degli ebrei polacchi dal medioevo fino alla loro brutale fine.

Un altro museo molto carino da non perdere è il Neon Museum che si trova nel quartiere Praga all’interno della Soho Factory, un ex fabbrica di motociclette che oggi ospita gallerie d’arte contemporanea e uffici di architetti. Questo piccolo e originalissimo museo nasce da un’idea di una fotografa inglese di origini polacche Ilona Kaewinska che si innamorò delle vecchie insegne al neon di epoca sovietica.

Per godere di una vista mozzafiato a 360° sulla città il posto ideale è il Palazzo della Cultura e della Scienza. Questo maestoso edificio sorge al centro della città è alto 237 metri ed è alto 42 piani, al suo interno ci sono teatri, sale congressi, cinema, mostre e uffici. Ha un totale di 3.288 stanze tra cui la sala Kongresowa dove nel 1967 si esibirono i Rolling Stones. Al 30° piano, all’altezza di 114 metri si trova un bellissimo terrazzo panoramico, la vista da qui è davvero spettacolare, specialmente al tramonto.

Da non perdere assolutamente è una passeggiata nel bellissimo Lazienki Park, al quale consiglio di dedicare almeno mezza giornata. All’interno di questo immenso parco si trova il bellissimo palazzo sull’acqua, costruito su ordine di re Stanislaw che lo utilizzò come residenza personale.

Sempre all’interno del parco si trova il monumento dedicato a Chopin dove in estate si tengono svariati concerti di musica classica.

Se cercate un piccolo angolo di oriente potete trovarlo sempre all’interno di questo incredibile polmone verde, si tratta del Chinese Garden, con tanto di pagoda e di un piccolo ponticello in perfetto stile orientale.

Un’altra tappa del nostro weekend lungo a Varsavia è il Museo di Chopin. Questo museo ospita la più grande collezione mondiale sul celebre compositore tra cui spartiti originali e il suo ultimo pianoforte. Questo museo è anche il più interattivo di tutta Varsavia, al suo interno si trova anche un piccolo auditorium dove è possibile le composizioni di Chopin. Questo museo è gratis il mercoledì.

Un altro museo che merita una visita è il Museo dell’Insurrezione di Varsavia. Se vi trovate nella città vecchia vi consiglio di raggiungere questo museo a piedi così da passeggiare nella bellissima zona dei grattacieli dove vedrete bellissimi murales sui vari palazzi, quindi aguzzate bene la vista.

Museo dell’Insurrezione di Varsavia

Questo museo tratta i 63 giorni della rivolta, raccontando le sue terribili conseguenze. Per tutto il percorso si possono trovare 63 pagine del calendario che riassumono giorno per giorno gli eventi vissuti, è possibile prenderli gratuitamente, peccato siano scritti solo in polacco.

DOVE E COSA MANGIARE A VARSAVIA

A Varsavia troverete tantissimi piatti davvero gustosi e sfiziosi. La specialità principale e più conosciuta sono i favolosi Pierogi, sono dei ravioloni che possono essere fritti, bolliti o al forno e possono essere farciti con carne, mozzarelle e spinaci oppure bacon e patate, esiste anche una versione dolce farcita generalmente con marmellata di mirtilli.

Un’altra gustosissima specialità sono i kopitka gnocchi di patate fritti che possono essere serviti come contorno o come piatto principale.

Inoltre a Varsavia troverete anche una varia selezione di zuppe servite all’interno del pane.

I ristoranti che fanno i Pierogi sono davvero ovunque noi abbiamo scelto un ristorantino che si chiama Specjaly Regionalne, qui abbiamo mangiato i seguenti piatti:

Pierogi fritti ripieni carne serviti con bacon croccante
Kopitka – gnocchi di patate fritti serviti con bacon croccante

Altro piatto imperdibile è la loro succulenta cotoletta impanata servita con il purè di patate. A pochi passi da nostro alloggio abbiamo trovato questo delizioso ristorantino.

Pierogi al forno ripieni di spinaci e mozzarella

Se volete un pranzo veloce e sfizioso dovete provare la Zapiekanka, troverete tantissimi chioschi che la fanno, è un tipico street food locale davvero molto gustoso. Si tratta di pane tipo baguette o ciabatta tagliato a metà tostato per renderlo croccante e farcito, nella versione classica, con funghi Champignon e formaggio, ma è possibile aggiungere ingredienti come ad esempio il salame.

Per una dolce pausa dovete provare il Paczki, un krapfen tipico della Polonia farcito con marmellata di rose, il posto migliore dove gustare questa delizia è la pasticceria A. Blikle nella città nuova. Una delle più antiche pasticcerie della città.

Se amate il cioccolato in Polonia c’è un marchio piuttosto famoso si chiama Wedel e non ha solo negozi che vendono questo meraviglioso cioccolato ma anche bar mono marca dove gustare queste delizie.

Anche per colazione troverete davvero tantissime scelte gustosissime, ad esempio in questo bar a pochi passi da nostro alloggio potete ordinare brioches appena sfornate che vi verranno servite con ottima marmellata o burro per farcirle a vostro piacimento.

Pubblicato da La Ele in Viaggio

Mi chiamo Elena e sono una vera appassionata di viaggi e fotografia.
Amo viaggiare più di qualsiasi cosa al mondo e scatto sempre mille foto perché per me significa catturare momenti e non solo immagini.
Con questo blog voglio semplicemente portarvi con me nei miei viaggi, con semplicità, senza frasi ad effetto o parole ricercate, ma solo farvi vedere il mondo attraverso i miei occhi e le mie esperienze sperando che magari possano essere d'ispirazione per i vostri viaggi.
Nata e cresciuta a Milano, voglio anche condividere con voi tutta la bellezza della mia città.


8 pensieri riguardo “Cosa vedere e mangiare a Varsavia in 4 giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: