Milano: la Galleria, il Duomo e le sue terrazze (the gallery and the terrace)

Con questo articolo vi porto alla scoperta di uno de simboli di Milano: il Duomo.

With this article I will take you to discover one of the symbols of Milan: the Duomo.

Cattedrale consacrata a Santa Maria Nascente. La sua costruzione è stata fortemente voluta dalla città di Milano tanto che i suoi cittadini più facoltosi presero parte alla sua costruzione finanziandone i progetti. Giangaleazzo Visconti, primo duca di Milano fornì i blocchi di marmo dalle venature rosate che contraddistinguono il Duomo.

Cathedral consecrated to Santa Maria Nascente. Its construction was strongly desired by the city of Milan so much so that its wealthier citizens took part in its construction by financing its projects. Giangaleazzo Visconti, first duke of Milan supplied the marble blocks with pink veins that distinguish the Duomo.

Il Duomo fu costruito su un edificio già esistente, la chiesa di Santa Tecla. La decisione di costruire il Duomo come lo vediamo oggi è stata presa nel 1386 quando il campanile di Santa Maria Maggiore crollò. Questa basilica sorgeva a poca distanza da Santa Tecla e fu proprio l’arcivescovo Antonio de Salluzzi a promettere la costruzione della nuova cattedrale. La direzione dei lavori fu presa in carico da Giangaleazzo Visconti nel 1387 e decise di utilizzare marmo di Candoglia al posto dei mattoni al fine di dargli un aspetto ancora più maestoso e chiamò a lavorare i migliori architetti da tutta Europa.

I lavori furono però rallentati a causa dei continui cambi di progetto e anche dalle varie guerre. Nel 1765 fu terminata la guglia maggiore e 5 anni dopo la Madonnina di Milano venne posizionata nel punto più alto a 108 metri di altezza. I lavori terminarono nel XIX secolo quando furono completate facciate e guglie.

Tuttavia i lavori per il mantenimento del Duomo non finiscono mai, infatti vengono fatti spesso interventi di restauro a causa di problemi strutturali prima per vibrazioni del traffico e in seguito per quelle della metropolitana. La piazza venne chiusa al traffico nel 1969.

The Duomo was built on an existing building, the church of Santa Tecla. The decision to build the Duomo as we see it today was made in 1386 when the bell tower of Santa Maria Maggiore collapsed. This basilica stood not far from Santa Tecla and it was Archbishop Antonio de Salluzzi who promised the construction of the new cathedral. The direction of the works was taken over by Giangaleazzo Visconti in 1387 and decided to use Candoglia marble instead of bricks in order to give it an even more majestic appearance and called on the best architects from all over Europe.

The works, however, were slowed down due to the continuous changes of plans and also from the various wars. In 1765 the main spire was completed and 5 years later the Madonnina of Milan was positioned at the highest point at 108 meters high. The works ended in the 19th century when facades and spiers were completed.

However, the works for the maintenance of the Cathedral never end, in fact restoration interventions are often made due to structural problems first due to traffic vibrations and later for those of the underground. The square was closed to traffic in 1969.

Il Duomo è la terza chiesa più grande al mondo per superficie dopo San Pietro e Santa Maria di Siviglia. Caratterizzata dallo stile prevalentemente gotico e da ben 135 guglie. Le statue sulla facciata sono più di 2.500.

Piccoli rituali superstiziosi a Milano …

Sulla porta principale del Duomo noterai sicuramente una scultura davvero luccicante, perché tutte le persone e i turisti che passano ogni giorno toccano quella particolare parte della porta, ma nessuno conosce il motivo per cui …
alcuni dicono che è solo per fortuna …

Little superstitious rituals in Milano…

On the main Duomo Cathedral’s door you surely notice a really shiny sculpture, that’s because all people and tourists that passes by every day touch that particular part of the door, but nobody knows the reason why…
some say that it’s just for luck…

All’interno della cattedrale, sulle enormi vetrate si può vedere la storia degli eventi più importanti della cristianità, ce ne sono 55; le prime sono state realizzate nel XV secolo mentre le ultime sono del secondo dopoguerra.

Inside the cathedral, on the huge windows you can see the history of the most important events of Christianity, there are 55; the former were built in the fifteenth century while the latter are from the second post-war period.

La Statua di San Bartolomeo nel Duomo.

Tra le sculture più visitate del Duomo di Milano ce n’è una che desta sempre grande curiosità da parte dei milioni di visitatori che ogni anno entrano nella celebre cattedrale, si tratta della statua di “San Bartolomeo scorticato che si trova fra l’altare della Presentazione e quello di sant’Agnese, poggiata su di un alto piedistallo.

San Bartolomeo è uno dei dodici apostoli di Gesù, giustiziato per la sua fede cristiana, qui raffigurato a seguito del supplizio subìto. Il santo infatti, scorticato vivo, porta sulle spalle e intorno al corpo quello che sembra un drappo mentre in realtà è la sua pelle.

The Statue of San Bartolomeo in the Duomo.

Among the most visited sculptures of the Duomo of Milan there is one that always arouses great curiosity from the millions of visitors who enter the famous cathedral every year, it is the statue of “San Bartolomeo flayed which is located between the altar of the Presentation is that of Sant’Agnese, resting on a high pedestal.

St. Bartholomew is one of the twelve apostles of Jesus, executed for his Christian faith, pictured here following the torture he suffered. The saint, in fact, skinned alive, carries on his shoulders and around the body what looks like a cloth while in reality it is his skin.

Le Terrazze del Duomo.

Sicuramente un’esperienza da non perdere se si visita Milano. Le terrazza sono accessibili tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 (ultimo ingresso alle ore 18.00). E’possibile acquistare i biglietti direttamente alla biglietteria accanto al Duomo ma per saltare la coda è consigliabile acquistarli online.

Le terrazze si trovano a 70 metri di altezza da dove si gode di una vista mozzafiato sulla città, specialmente al tramonto. E’ possibile raggiungere la cima percorrendo 251 scalini oppure tramite ascensore.

The terraces of the Duomo

Definitely an experience not to be missed if you visit Milan. The terraces are accessible every day from 9.00 to 19.00 (last entry at 18.00). It is possible to buy tickets directly at the ticket office next to the Duomo but to skip the queue it is advisable to buy them online.

The terraces are 70 meters high from where you can enjoy a breathtaking view of the city, especially at sunset. It is possible to reach the top via 251 steps or by elevator.

La Madonnina

Simbolo di Milano e del Duomo è la sua scintillante Madonnina che domina la città dalla cima della cattedrale. La celebre statua è alta 4,16 metri e rivestita da 33 lastre di rame e per la doratura sono stati usati 6.750 fogli d’oro zecchino. La Madonnina impugna una grossa alabarda nella mano destra, si tratta in realtà di un parafulmine.

Piccola curiosità: durante la seconda guerra mondiale i cittadini decisero di ricoprire di stracci la Madonnina in modo che il suo bagliore non attirasse l’attenzione dei nemici. Grazie a questo espediente il Duomo subì pochissimi danni.

Symbol of Milan and the Duomo is its glittering Madonnina which dominates the city from the top of the cathedral. The famous statue is 4.16 meters high and covered with 33 copper plates and 6,750 pure gold sheets were used for gilding. The Madonnina holds a large halberd in her right hand, it is actually a lightning rod.

Little curiosity: during the Second World War the citizens decided to cover the Madonnina with rags so that its glow did not attract the attention of the enemies. Thanks to this expedient the Duomo suffered very little damage.

Se desiderate vederla da vicino potete trovare una riproduzione a grandezza naturale della Madonnina nel Museo del Duomo.

If you want to see it up close you can find a life-size reproduction of the Madonnina in the Museo del Duomo.

Info e prenotazioni

E’ consigliabile fare il biglietto online in modo da saltare le code. Vi consiglio il Fast Track Pass al costo di €25 che include l’ingresso alla cattedrale, la salita alle terrazze tramite ascensore col salta coda e l’ingresso al Museo del Duomo. Nel link sottostante trovate tutte le tipologie di biglietti.

It is advisable to make the ticket online in order to skip the queues. I recommend the Fast Track Pass at a cost of € 25 which includes the entrance to the cathedral, the climb to the terraces by lift with skip the line and the entrance to the Museum of the Cathedral. In the link below you will find all types of tickets.

https://www.duomomilano.it/it/buy-tickets/

Guardando il Duomo, sulla sinistra si trova la meravigliosa Galleria Vittorio Emanuele nota anche come il salotto di Milano essendo sempre stata sede della vita borghese cittadina che frequentava negozi eleganti, ma soprattutto i ristoranti e caffè: alcuni, come il Caffè Camparino e il Caffè Biffi, sono ancora oggi aperti.

Looking at the Duomo, on the left is the wonderful Galleria Vittorio Emanuele also known as the Milan living room having always been the seat of the bourgeois city life that frequented elegant shops, but above all the restaurants and cafes: some, such as the Camparino and the Biffi cafes , are still open today.

All’interno della Galleria si trova anche il famoso super fotografato e soprattutto super calpestato Toro. La leggenda dice che ruotare per tre volte su sé stessi col tallone del piede destro piantato in corrispondenza dei genitali del toro ritratto sul pavimento dell’ottagono della galleria porti fortuna.

Inside the Gallery there is also the famous super photographed and above all super trampled Toro. The legend says that rotating three times on oneself with the heel of the right foot planted in correspondence with the genitals of the bull portrayed on the floor of the gallery octagon brings good luck.

Pubblicato da La Ele in Viaggio

Mi chiamo Elena e sono una vera appassionata di viaggi e fotografia.
Amo viaggiare più di qualsiasi cosa al mondo e scatto sempre mille foto perché per me significa catturare momenti e non solo immagini.
Con questo blog voglio semplicemente portarvi con me nei miei viaggi, con semplicità, senza frasi ad effetto o parole ricercate, ma solo farvi vedere il mondo attraverso i miei occhi e le mie esperienze sperando che magari possano essere d'ispirazione per i vostri viaggi.
Nata e cresciuta a Milano, voglio anche condividere con voi tutta la bellezza della mia città.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: