Giappone: Cosa vedere in 2 Settimane

Il Giappone è un Paese davvero straordinario, ricco di mete suggestive in un’atmosfera davvero unica.

Naturalmente in un viaggio di due settimana la prima tappa non può essere che la meravigliosa e gigantesca Tokyo alla quale, per via di tutto quello che c’è da fare e vedere, ho dedicato un articolo tutto suo che, se volete, potete leggere cliccando sul link sottostante:

Cosa vedere a Tokyo in 4 giorni

Prima cosa da sapere quando si viaggia in Giappone è che è fondamentale per spostarsi da un posto all’altro, ottenere il prezioso Japan Rail Pass (JRP) va obbligatoriamente acquistato prima della partenza in quanto, non solo non è possibile farlo in loco, ma fare sul posto i singoli biglietti per ogni tratta vi costerebbero un occhio della testa. Per questo motivo conservatelo con molta cura e fate molta attenzione a non perderlo.

Iniziamo il nostro viaggio attraverso le meraviglie del Giappone da una piccola città di nome Kamakura.

Qui visitiamo, accompagnati da una gentilissima e preparatissima guida giapponese, il Tempio di Kotokuin, dove si trova il famoso Buddha Gigante (Daibutsu) e il Santuario di Tsurugaoka-Hachimangu Shrine.

La statua del Buddha Gigante è  uno dei simboli di Kamakura, è alta 11.3 metri e il suo peso complessivo è di circa 120 tonnellate. E’ costruita interamente in bronzo e rame ed è anche la seconda statua di Buddha più grande dell’intero Giappone.

La Statua si trova all’interno del tempio Kōtoku-in che appartiene alla setta Jodo, secondo le credenze della setta, il Buddha libererà tutti gli coloro che lo pregheranno, a prescindere che in vita siano stati buoni o cattivi.

Ora ci spostiamo al Santuario di Tsurugaoka-Hachimangu Shrine.

Si tratta del più grande santuario shintoista e si trova al centro della città, dedicato a Kami Hachiman, divinità shintoista protettore dei samurai e dei guerrieri.

Per raggiungere l’ingresso principale bisogna percorrere una lunga strada circondata da alberi di ciliegio e piante di azalee che, in periodo di fioritura, deve essere un vero spettacolo.

La tappa successiva è Nikko.

Qui, sempre accompagnati da una bravissima guida locale, andiamo a visitare il Santuario Nikko Toshogu, passando per il bellissimo Shinkyo Bridge (ponte sacro) è tra i ponti più belli del Giappone, si respira un’atmosfera davvero magica vicino a questo splendido ponte.

IMG_1099IMG_1100IMG_1101

Il Santuario Nikko Toshogu è considerato patrimonio mondiale dell’UNESCO ed è famoso per le decorazioni dei suoi edifici, rivestiti di foglie d’oro e di colori brillanti e da strutture scolpite di raffigurazioni tradizionali. Il Santuario custodisce il più famoso leader samurai, Tokugawa Ieyasu.

Per entrare al Santuario si passa attraverso un gigantesco torii in pietra grigia, chiamato Ishidorii, che si trova alla fine di una strada a gradoni in salita.

Un altro punto simbolo del Santuario è la Pagoda a 5 piani, ogni suo piano rappresenta uno dei 5 elementi del buddismo giapponese: Terra, Acqua, Fuoco, Vento e Vuoto.

Gli edifici più famosi del Santuario Toshogu sono i tre magazzini sacri Sanjinko e la stalla dei cavalli Shinkyusha, su cui sono rappresentate varie decorazioni di animali, come gli elefanti e varie scimmie, tra cui le tre scimmiette “non vedo, non parlo, non sento”.

IMG_1089

La tappa successiva è la meravigliosa e suggestiva Kyoto.

Qui ci sono davvero molte cose da vedere e ci fermiamo per tre giorni.

Il primo posto che visitiamo è il  Tempio Shoren-In, un piccolo tempio buddista circondato da un bellissimo giardino, immerso nella pace e nel silenzio dove è possibile partecipare alla famosa e affascinante cerimonia del te.

IMG_2018IMG_2042

Dopo il te raggiungiamo il Chion-In Temple 

Il Chion-In Temple è il tempio principale della setta buddista giapponese di Jodo ed è costituito da giardini spaziosi e grandi edifici. La maestosa Porta di Sanmon è la porta d’ingresso principale del tempio, con un’altezza di 24 metri e una larghezza di 50 metri, è il cancello di legno più grande del Giappone. Nel tempio si trova inoltre una campana che è stata la più grande del mondo dal 17° al 19° secolo.

IMG_1194

Un altro bellissimo tempio da visitare a Kyoto è il Kiyomizudera, uno dei templi buddhisti più suggestivi del Giappone grazie anche alla sua spettacolare terrazza dalla quale si gode di una vista davvero meravigliosa.

Ora è il momento di visitare un luogo unico nel suo genere che sembra incantato, sto parlando della famosissima foresta di Bambù di Arashiyama, composta da canne di bambù altissime posizionate a poca distanza l’una dall’altra creano un effetto visivo davvero spettacolare.

IMG_1259

Ora è finalmente arrivato il momento di visitare uno dei posti che attendevo con più ansia e che da tempo desideravo vedere, il famosissimo e super fotografato il Santuario di Fushimi Inari-taisha.

Ciò che lo rende famoso sono la miriade di torii color rossi che sovrastano il sentiero, ogni torii è frutto di una donazione e su ognuno di essi è scritto il nome del donatore e la data in cui è stato donato ma, naturalmente è tutto scritto con i Kanji giapponesi.

Il sentiero  inizia subito dietro l’edificio principale del santuario, ed è composto da una prima serie di torii molto ravvicinati, quasi attaccati gli uni con gli altri più si va avanti e più i torii si diradano fino ad arrivare al punto più alto del sentiero che si trova a 233 metri di altezza, il percorso totale è molto lungo, tra andata e ritorno ci possono volere tra le 2 e le 3 ore. Lungo il tragitto è possibile trovare distributori automatici di acqua e bevande, fondamentali soprattutto in estate dato che il clima è molto caldo e umido.

Concludiamo la nostra visita a Kyoto con un altro luogo simbolo, il Il Kinkaku-ji ovvero Il Padiglione d’oro. Si tratta di un tempio zen interamente rivestito di foglie d’oro affacciato su un grande stagno e circondato da un bellissimo giardino in perfetto stile Giapponese.

IMG_2112

Un’esperienza che vi consiglio di fare a Kyoto è passare la notte in un Ryokan, un  alloggio tradizionale giapponese con pavimenti in tatami e letti tradizionali giapponesi i Futon. Nei Ryokan è inclusa una cena e una colazione tradizionale giapponese, naturalmente ce ne sono di varie tipologie e prezzi.

Lasciamo la bellissima e magica Kyoto e ci dirigiamo a Nara.

Si tratta di un enorme parco pubblico ubicato nella città di Nara, al suo interno si trovano svariati templi, tra cui il Todaiji Temple e muse ma la caratteristica più famosa di questo parco, èla presenza cervi  in stato semi-selvatico che girano liberi per l’intero parco, sono circa  1.200 e mangiano praticamente di tutto, anche vestiti e mappe di carta per cui fate attenzione, però non abbiate paura perché sono molto docili e potete accarezzarli senza problemi.

Passeggiando per il parco arriviamo al Todaiji Temple 

Il Todaiji è il tempio più famoso di Nara ed uno dei più conosciuti del Giappone. Al suo interno si trova una delle statue di Buddha più grandi del Giappone, interamente in bronzo e alta 15 metri.

Un altro bellissimo Tempio che si trova sempre all’interno del parco di Nara è il Santuario Kasuga Taisha, il santuario shintoista più famoso di Nara. Ciò che lo rende famoso sono le 300 lanterne poste lungo i sentieri che portano all’ingresso del santuario. Purtroppo le lanterne vengono accese solo due volte all’anno durante i festival delle lanterne.

IMG_2207

Lasciamo Nara e ci dirigiamo alla nostra prossima meta l’isola di Miyajima, dove si trova il famoso Otorii, il grande Torii rosso del santuario di Itukushima immerso nell’oceano, purtroppo l’Otorii era completamente impacchettato a causa di lavori di restauro. E’ stato comunque bello passeggiare per i sentieri dell’isola.

IMG_2326
Otorii impacchettato…

L’ultima tappa di questo meraviglioso e indimenticabile viaggio è il Castello di Himeji e il Parco Otemae.

Il Castello di Himeji è considerato il castello più spettacolare del Giappone per il suo aspetto elegante e per le sue imponenti dimensioni e per la  meraviglia dell’intera struttura. Il castello è  un sito del patrimonio mondiale UNESCO e a differenza di molti altri castelli giapponesi, il Castello di Himeji non fu mai distrutto ne dalla guerra ne dal terremoto o dal fuoco e rimane fino ad oggi come uno dei dodici castelli originali di tutto il Giappone.

Il castello è circondato da un meraviglioso parco visitabile col biglietto combinato Castello più Parco.

 

Pubblicato da La Ele in Viaggio

Mi chiamo Elena e sono una vera appassionata di viaggi e fotografia.
Amo viaggiare più di qualsiasi cosa al mondo e scatto sempre mille foto perché per me significa catturare momenti e non solo immagini.
Con questo blog voglio semplicemente portarvi con me nei miei viaggi, con semplicità, senza frasi ad effetto o parole ricercate, ma solo farvi vedere il mondo attraverso i miei occhi e le mie esperienze sperando che magari possano essere d'ispirazione per i vostri viaggi.
Nata e cresciuta a Milano, voglio anche condividere con voi tutta la bellezza della mia città.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: